Pasqua di Resurrezione

Il messaggio del Rettore

Secondo la tradizione si sciolgono le campane per annunciare la Resurrezione di nostro Signore. Gesù fattosi uomo in una settimana è entrato trionfalmente a Gerusalemme fra il tripudio del popolo; viene acclamato e compie miracoli lunedì, martedì e mercoledì; celebra insieme ai suoi discepoli la festa il giovedì istituendo eucarestia e sacerdozio; si fa imprigionare, torturare, condannare e giustiziare il venerdì per poi risorgere alla vita eterna.

Oggi celebriamo la sua Resurrezione, che sia l’inizio di una nuova vita per ognuno di noi per edificare, insieme, un mondo migliore senza divisioni.

Sono le discriminazioni e la non-conoscenza i mali per tutta l’umanità quindi iniziamo la nostra nuova vita eliminandoli entrambi nell’amore.

Il Cristianesimo è la religione della gioia quindi facciamo sia così per tutti, ogni giorno senza distinzioni di pelle, etnie, religioni, culture o tradizioni.

Alcuni ripetono “Dio è grande”, altri “Dio è misericordioso”, altri “Dio è amore”. Siamo tutti nel giusto e tutti  fratelli quindi ognuno deve essere testimone di tutto questo con azioni concrete dettate dall’amore verso tutti, compresi noi stessi.

Oggi risorgiamo tutti a nuova vita nell’amore che sconfigge divisioni e discriminazioni, che unisce tutti nella gioia attendendo e aiutando chi rimane indietro nel cammino della vita perché, insieme e solo insieme, possiamo costruire un mondo meraviglioso.

Buona Pasqua a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.