Le considerazioni di Papa Francesco

S.E.R Papa Francesco, reverendissimo primate della Chiesa Cattolica Romana nell’incontro di oggi a Tor Vergata con il Cammino neocatecumenale ha lanciato un monito e linee guida importanti per la propria Chiesa.

S.E.R. Papa Francesco ha senza mezzi termini chiarito che il ruolo della Chiesa è profondamente lontano dal denaro e dal potere. Per andare bisogna essere leggeri, per annunciare bisogna rinunciare. Solo una Chiesa che rinuncia al mondo annuncia bene il Signore. Solo una Chiesa priva del desiderio del potere e del denaro, che non si abbandoni a trionfalismi e clericalismi, può testimoniare come nostro Signore libera l’uomo.

Parole efficaci e dirette in un messaggio estremamente esplicito che ancora una volta si discosta dalla linea intrapresa troppo frequentemente dal Vaticano nella storia alla ricerca di brame terrene così lontane dal messaggio evangelico.

S.E.R. Papa Francesco ha anche sottolineato l’importanza dell’unità delle Chiese Cristiane quando ha sottolineato quanto sia importante imparare a camminare insieme, stando attenti a non dettare il passo agli altri ma piuttosto fermarsi ad attendere chi rimane indietro e preoccupandosi di accompagnare gli altri senza pretendere di guidare perché ognuno possiede un proprio passo nella vita e nella fede. Camminare sempre come fratelli, senza fughe in avanti e senza lamentarsi di chi ha il passo più lento, cercando di fare discepoli senza proselitismo, senza conquistare o occupare.

Le parole di S.E.R. Papa Francesco sono totalmente condivisibili e assolutamente in linea con i principi etici e religiosi dell’Università Anglo Cattolica San Paolo Apostolo e oggi ancora una volta il nostro Ateneo e la nostra Comunità Cristiana sono in sintonia con lui, anche se ci chiediamo se Papa Francesco riuscirà a far tornare nel cammino della luce la lobby che in Vaticano pensa solo al potere e al denaro.

Quanto è triste per ogni Cristiano illuminato dal messaggio evangelico di nostro Signore Gesù che ci ha lasciato un unico Comandamento, amatevi tutti, assistere ad un Papa che per la propria sicurezza non può essere lasciato solo negli appartamenti Papali ma deve essere protetto costantemente da un gruppo di fedelissimi che addirittura devono assaggiarne i pasti.

In Vaticano si è da tempo ritornati ai tempi dei Borgia e dei loro intrighi di potere e dei loro veleni, purtroppo non solo psicologici, e questo è veramente triste. Ma noi riteniamo che Papa Francesco prevarrà sul male e riuscirà a riportare anche la Chiesa Romana sul cammino della luce.

S.E.R. Papa Francesco, noi umilmente siamo con te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.