Il Presidente Lincoln

Uno dei più famosi discorsi di un Presidente di una nazione democraticamente eletto è quello pronunciato dal Presidente USA Abramo Lincoln il 19 novembre 1863 a Gettysburg qualche mese dopo l cruenta e decisiva battaglia della guerra civile.

Un discorso breve chiuso da una solenne richiesta:

“…. che l’idea di un governo del Popolo, dal Popolo, per il Popolo, non abbia a perire dalla terra.”

Queste parole sono un monito per tutti e per sempre. Nessuno potrà mai arrogarsi il diritto di disconoscere la volontà del Popolo che è sovrana sempre e comunque anche per chi non la condivide nel merito.

Nell’Italia che ha combattuto un epico risorgimento per unirsi, che ha sconfitto una dittatura per nascere nuovamente nella Democrazia che significa governo del popolo, negli ultimi anni sono state fatte operazioni in aperto contrasto con la sovranità popolare.

Il Popolo sovrano attraverso i referendum ha abolito il Ministero dell’Agricoltura, il finanziamento pubblico ai partiti, il finanziamento obbligatorio ai sindacati, la gestione delle aziende private nei servizi pubblici di prima necessità ma poi questa volontà è stata aggirata e il Popolo vilipeso. In questi giorni è stato rifiutato un Governo nato da una maggioranza espressa dagli elettori: se questo sia stato un atto illegittimo la Magistratura, come potere indipendente, dovrà valutarlo ed agire di conseguenza d’ufficio perché anche la Magistratura è creata dal Popolo per tutelare il Popolo.

Lo spread

Venerdì quando il nuovo governo sembrava fatto lo spread, questo indice della borsa che tutti agitano a proprio vantaggio, valeva 103 punti. Lunedì dopo il gran rifiuto al governo Lega-M5S è letteralmente balzato a 153 punti e dopo l’incarico all’ennesimo tecnico non politico addirittura a 260 punti. Se abbiamo una nuova Caporetto si deve riflettere sulla necessità di tutelare il Popolo e la sua volontà senza interpretarla o stravolgerla.

Troppe guerre sanguinose e inutili sono state fatte nel nome della religione cioè dell’interpretazione della volontà divina fatta da uomini perché nessun Dio, qualunque nome abbia, ha mai predicato la guerra.

La volontà del Signore va applicata non interpretata così come quella del Popolo in Democrazia.

Auguriamoci che questo avvenga sempre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.